Logo Roberto Rigati Coaching

Gruppo di lavoro: problem solving o mediazione politica?

gruppo di lavoro

Introduzione al gruppo di lavoro

Si prenda un gruppo di lavoro (wiki), sia esso composto dai manager di un’azienda, o dai membri di una commissione, o sia il Consiglio di Amministrazione di una società, o l’Assemblea dei soci di una Cooperativa, non importa.

Poi si assegni a questo gruppo un obiettivo, del tipo: “questa è la situazione, avete un certo numero di giorni (ore, mesi) per trovare una soluzione”.

È molto interessante notare che alcuni fenomeni, al suo interno, si svilupperanno quasi inevitabilmente.

Anzitutto, il gruppo dedicherà parecchio tempo a definire le regole del gioco: la più importante delle quali sarà definire quale sia in dettaglio la situazione (facile immaginare che ci sarà quello che prenderà a dire “il punto non è questo!”, mentre altri prenderanno a divagare col rischio di mettersi a discutere di tutt’altro).

Altre regole seguiranno: parlare solo alzando la mano, non interrompere gli altri, eccetera. Ma alla fine qualche diavolo di regola ci sarà. E nel dibattere su queste, sarà emerso qualche leader del gruppo. Augurabile che sia uno solo. Ma spesso sono due o tre, ognuno col loro codazzo di adepti.

A questo punto, tutto il gioco rischia di non essere più “troviamo la soluzione”, bensì “vediamo chi la vince” – e spesso non vince proprio nessuno, in un inconcludente dibattito che lascia tutto come prima e sfinisce le energie di tutti.

Se il gruppo si mentalizza in questo modo, il miglior risultato cui si possa ambire è il compromesso che nasce da una mediazione “politica” (faticosissima e spesso poco feconda) tra diverse se non opposte opinioni.

Questo è ciò che molto probabilmente avverrà, se il gruppo non ha come riferimento una leadership solida (magari sostenuta anche da un ruolo gerarchico adeguato), ma soprattutto che tale leadership sia in mano a qualcuno che ne sappia are un buon uso.

Questo qualcuno non deve adottare né uno stile direttivo (“si fa così, il problema è questo e chi non è d’accordo taccia”), né un acquiescente stile notarile (mi scuseranno i notai), che si limita a prender nota dei diversi pareri e semplicemente sorveglia che la discussione non degeneri.

Ci vuole invece qualcuno che utilizzi, consapevolmente o no, stile, tecniche e atteggiamento da Coach. Nel fare Coaching di gruppo, si deve infatti:

  1. Stimolare il dibattito senza farlo andare fuori tema, attraverso domande che guidino le persone nel loro insieme a definire la situazione ed il problema in termini logicamente corretti, cioè come uno scostamento dalle attese. Ogni problema è infatti uno scostamento dalle attese. Se si sta verificando esattamente ciò che avevamo previsto, infatti, il problema dove sarebbe mai? Il che però implica:
  2. che si definiscano le attese. Siamo certi di conoscerle? Cosa sarebbe augurabile in questa situazione, e cosa invece si sta verificando?
  3. Ma le attese nascono dai valori. I valori del gruppo in questo caso, e non è affatto scontato che il gruppo sia consapevole di averli. Ragionando su ciò che è augurabile per il gruppo, ci si accorge che in realtà ci si sta confrontando sui valori. E se il Coach sa fare il suo mestiere, il gruppo troverà una convergenza sui suoi valori con sorprendente facilità.

Fare tutto questo non è semplice. Non riesce naturale quasi a nessuno, e pochi hanno imparato a farlo con l’esperienza. Occorre una formazione specifica.

Per questo esistono le Scuole di Coaching.

Proviamo a strutturare …

Partiamo da qui in  modo strutturato

Un gruppo di lavoro è un insieme di individui con competenze complementari che si uniscono per raggiungere un obiettivo comune.

– Definizione

Un “gruppo di lavoro” è un insieme di persone che lavorano insieme per raggiungere un obiettivo comune. Questo obiettivo può essere un progetto a breve termine o una missione a lungo termine.

– Vantaggi del gruppo di lavoro

I vantaggi di lavorare in gruppo includono la diversità di competenze e punti di vista, l’aumento della creatività e l’opportunità di apprendimento reciproco.

Leader e adepti nel gruppo di lavoro

L’equilibrio tra leadership e adesione è cruciale per il successo di un gruppo di lavoro.

– Il ruolo del leader

Il leader del gruppo di lavoro è la persona che guida il gruppo verso il raggiungimento degli obiettivi. Egli è responsabile della definizione dei compiti, della motivazione del gruppo e dell’arbitraggio delle decisioni.

– Gli adepti e il loro ruolo

Gli adepti, o membri del gruppo, svolgono un ruolo cruciale nel raggiungimento degli obiettivi del gruppo. Loro offrono le loro competenze, idee e energia al gruppo.

Il problema della mediazione politica nel gruppo di lavoro

La politica può essere una distrazione distruttiva in un gruppo di lavoro.

– Cause della mediazione politica

La mediazione politica può sorgere quando ci sono conflitti di interessi all’interno del gruppo. Questo può accadere quando i membri del gruppo hanno obiettivi personali che non allineati con l’obiettivo del gruppo

– Consequenze della mediazione politica

La mediazione politica può portare a decisioni inefficaci, tensioni interne e perdita di tempo. Può minare la coesione del gruppo e ostacolare il raggiungimento degli obiettivi.

Tecniche per risolvere i problemi assegnati

Una solida strategia di risoluzione dei problemi è essenziale per il successo del gruppo di lavoro.

– L’importanza del problem solving

La risoluzione dei problemi è una competenza chiave per qualsiasi gruppo di lavoro. Aiuta il gruppo a superare gli ostacoli e a raggiungere gli obiettivi in modo efficiente.

– Approcci pratici al problem solving

Gli approcci pratici alla risoluzione dei problemi includono la definizione chiara del problema, la generazione di possibili soluzioni, la valutazione di queste soluzioni e l’implementazione della soluzione scelta.

Come evitare la politica nel gruppo di lavoro

Un ambiente di lavoro collaborativo e un codice di condotta possono aiutare a prevenire la politica nel gruppo di lavoro.

– Creazione di un ambiente di lavoro collaborativo

Un ambiente di lavoro collaborativo incoraggia la condivisione di idee, il rispetto reciproco e l’orientamento agli obiettivi comuni. Questo può ridurre la possibilità di politica nel gruppo di lavoro.

– Costruzione di un codice di condotta

Un codice di condotta stabilisce le aspettative per il comportamento all’interno del gruppo. Può aiutare a prevenire la politica promuovendo l’onestà, l’integrità e il rispetto reciproco.

Esempi di successo e fallimento

I casi di studio possono fornire preziose lezioni sul funzionamento dei gruppi di lavoro.

– Successo: un caso di studio

Un esempio di un gruppo di lavoro di successo potrebbe essere un team di sviluppo di prodotto che ha lavorato insieme per creare un prodotto innovativo. Hanno evitato la politica lavorando insieme in modo collaborativo e risolvendo i problemi in modo efficiente.

– Fallimento: un caso di studio

Un esempio di un gruppo di lavoro fallito potrebbe essere un comitato di progetto che è stato paralizzato dalla politica interna. Non sono riusciti a raggiungere i loro obiettivi a causa dei conflitti di interesse e della mancanza di una strategia di risoluzione dei problemi efficace.

Riflessioni finali

Affrontare la politica nel gruppo di lavoro è fondamentale per il successo del gruppo.

– Importanza del problem solving efficace

La risoluzione efficace dei problemi è essenziale per il successo del gruppo di lavoro. Aiuta il gruppo a superare gli ostacoli e a raggiungere gli obiettivi in modo efficiente.

– La necessità di evitare la mediazione politica

Evitare la politica nel gruppo di lavoro è fondamentale per mantenere la coesione del gruppo e promuovere un ambiente di lavoro collaborativo. La politica può distogliere l’attenzione dagli obiettivi del gruppo e ostacolare il raggiungimento di questi.

Conclusione

Nella creazione e gestione di un gruppo di lavoro, il ruolo del leader è cruciale, così come l’equilibrio tra i membri del team. Quando si tratta di risolvere problemi e sfide, l’efficacia del problem solving e la prevenzione della politica interna possono determinare il successo o il fallimento del gruppo. Il riconoscimento e la gestione di queste dinamiche possono aiutare a creare un ambiente di lavoro più produttivo e collaborativo.

FAQs

Che cos’è un gruppo di lavoro?   Un gruppo di lavoro è un insieme di individui che lavorano insieme per raggiungere un obiettivo comune.

Qual è il ruolo del leader in un gruppo di lavoro?  Il leader del gruppo di lavoro è colui che guida il gruppo verso il raggiungimento degli obiettivi. È responsabile della definizione dei compiti, della motivazione del gruppo e dell’arbitraggio delle decisioni.

Cos’è la mediazione politica in un gruppo di lavoro?  La mediazione politica può sorgere quando ci sono conflitti di interessi all’interno del gruppo. Questo può accadere quando i membri del gruppo hanno obiettivi personali che non allineati con l’obiettivo del gruppo.

Come può un gruppo di lavoro evitare la politica?  Un gruppo di lavoro può evitare la politica creando un ambiente di lavoro collaborativo e costruendo un codice di condotta che promuove l’onestà, l’integrità e il rispetto reciproco.

Che cosa significa problem solving in un gruppo di lavoro?  La risoluzione dei problemi è una competenza chiave per qualsiasi gruppo di lavoro. Aiuta il gruppo a superare gli ostacoli e a raggiungere gli obiettivi in modo efficiente.

Altri articoli

Segreteria Didattica
Via Ludovico Ariosto, 31 20089 Rozzano (MI)
Tel. 348 – 0116179
e-mail: info@robertorigaticoaching.it

× Posso aiutarti?